Bormio

17 Marzo 2012

 

Chi scopre Bormio non dimentica più il fascino che emana. Un fascino regalato dalla storia, dalla laboriosità dei suoi abitanti e della felice posizione: una conca alpina baciata dal sole.

Acqua termale e piste da sci di ogni grado di difficoltà, fino a quota 3000, la rendono conosciuta nel mondo.
La ricca storia che appartiene a questa Magnifica Terra, molto ambita perché importante crocevia commerciale, è stata percorsa dalla gente del luogo in modo “forte”, imponente.

Una storia che si può riscoprire all’interno del museo civico di Palazzo de Simoni, nell’altrettanto storica e centralissima via Roma oppure immergendosi nelle acque termali dei Bagni Vecchi, descritti per la volta nel I secolo d.C. da Plinio il Vecchio nella sua “Storia Naturale”, raggiungibili seguendo la strada che porta allo Stelvio.

fresca-nuvole Ma anche girando per le vie del paese l’atmosfera del passato torna prepotentemente: Piazza del Kuèrc, dove una volta si amministrava la giustizia e si tenevano assemblee del popolo, è arricchita dalla Torre delle Ore, la collegiata dei Santi Gervasio e Protasio con il suo imponente organo del 1697 ma di pregio sono anche le antiche stüe in legno nelle case e i portali scolpiti. Il più antico stemma nobiliare della Contea di Bormio si può ancora vedere in piazzetta Buon Consiglio, sulla Casa Giacomelli-Compagnoni.

Gli amanti del relax possono trovare ciò che desiderano ai Bagni Nuovi, mentre i bambini alle Terme di Bormio possono divertirsi. E dopo una giornata trascorsa pienamente, niente di meglio di una cena tipica e lo svago è assicurato dai locali notturni. Bormio è immerso nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove anche d’estate suggestive escursioni catturano gli sportivi.

bormioski.eu



Go to the top of the page